Finocchio

heading-below

Il finocchio è una pianta erbacea della famiglia delle ombrellifere (vasta famiglia che comprende circa 3.000 specie) che cresce spontanea in tutta la fascia mediterranea. La pianta selvatica, simile a un arbusto cespitoso dai fiori gialli e aromatici dal vago profumo aniseo, è molto diffusa in natura, tanto da passare inosservata ai più sebbene possa raggiungere anche i due metri di altezza.

Molto più conosciute, al contrario, sono le sue varietà che si prestano alle coltivazioni orticole: producono grumoli (ammassi di guaine fogliari bianche impropriamente chiamate frutti) bianchi e rotondeggianti, che si possono consumare sia crudi che cucinati in vari modi. Coltivato da sempre (pare dal 1500), il finocchio è uno degli ortaggi più consumati in cucina: dolce, aromatico, dalle note proprietà salutari, viene preparato fine in insalata accompagnato da olio limone e pepe, cotto, gratinato al forno o lessato.

Valori nutrizionali

Composizione chimica valore per 100g

Parte Edibile 34 g

  • Acqua: 91,3
  • Proteine: 2,7
  • Lipidi: 0,2
  • Colesterolo: 0
  • Carboidrati disponibili: 2,5
  • Amido: 0,5
  • Zuccheri Solubili: 1,9
  • Fibra Totale: 5,5
  • Alcool: 0
  • Energia Kcal: 22
  • Energia Kj: 92
  • Lipidi Totali: 0,2
  • Sodio: 133
  • Potassio: 376
  • Ferro: 1
  • Calcio: 86
  • Fosforo: 67
  • Magnesio: 45
  • Zinco: 0,95
  • Rame: 0,24
  • Tiamina: 0,06
  • Riboflavina: 0,1
  • Niacina: 0,5
  • Vitamina A Retinolo Eq: 18
  • Vitamina C: 12

Fonte valori nutrizionali: Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Perché mangiare i finocchi

Il finocchio è un alimento particolarmente conosciuto per i suoi effetti benefici sulla salute. Il finocchio è fondamentale nella risoluzione di problemi intestinali e digestivi, con un effetto disintossicante sull’organismo. La presenza di vitamina C è importante per il sistema immunitario. Particolarmente amate anche le tisane al finocchio, ricavate dai semi dell’ortaggio. Infine, grazie all’alto contenuto di flavonoidi e fitoestrogeni, il finocchio è un alleato per la salute ormonale della donna.

Come scegliere i finocchi

Come scegliere il finocchio per ricette gustose

CONSISTENZA

Il finocchio deve essere liscio, di un bianco brillante e croccante.

GUSTO

Esistono in commercio finocchi dolci e amari: attenzione a scegliere il finocchio giusto per la ricetta che si desidera realizzare.

FORMA

I finocchi possono essere più rotondi (finocchio “maschio”) o di forma più allungata (finocchio “femmina”). I primi sono perfetti se consumati crudi, i secondi invece previa cottura.

STAGIONALITÀ

I finocchi vengono seminati principalmente in estate e raccolti solo in autunno-inverno.

Sei un rivenditore o hai un punto vendita?

Scopri Più Fresco e acquista la migliore selezione di frutta e verdura con un semplice click!
Con T18 risparmi tempo e porti ogni giorno nel tuo punto vendita la migliore frutta e verdura.

Close menu