Carciofo

heading-below

Originaria dell’area Mediterranea, la pianta del carciofo cresce e fruttifica prevalentemente nel periodo autunnale primaverile. Il carciofo ama il clima temperato ma non troppo, fresco ma non troppo, secco ma non troppo, umido ma non troppo. Insomma, è molto delicato e difficile da coltivare.  La parte comunemente conosciuta come carciofo utilizzata per uso alimentare non è che il fiore della pianta in fase prematura, protetta dalle brattee, simili a robuste foglie chiuse a bocciolo in alcuni casi con grosse spine all’apice. Pare che le prime coltivazioni di carciofo del nostro paese siano da collocare in Sicilia, nelle zone cento occidentali, dove tuttora si possono vedere negli orti per uso famigliare delle varietà di cultivar molto più simili al cardo selvatico (suo parente stretto) che alle piante delle attuali colture. Altra particolarità del carciofo è l’utilizzo in cucina, molto legato alle tradizioni regionali.

Ogni regione ha le sue precise e ferme abitudini in fatto di consumi varietali. Alcune regioni, come Piemonte, Liguria e Lombardia, prediligono in maggioranza le tipologie spinose, mentre il Nord Est e il centro Nord le varietà senza spine Violette. Al Centro e al sud il consumo è quasi totalmente concentrato sulle varietà simili al Romanesco o Mammola, molto più grandi che prediligono lunghe cotture per preparazioni al forno o ripiene.

Valori nutrizionali

Composizione chimica valore per 100g

Parte Edibile 34 g

  • Acqua: 91,3
  • Proteine: 2,7
  • Lipidi: 0,2
  • Colesterolo: 0
  • Carboidrati disponibili: 2,5
  • Amido: 0,5
  • Zuccheri Solubili: 1,9
  • Fibra Totale: 5,5
  • Alcool: 0
  • Energia Kcal: 22
  • Energia Kj: 92
  • Lipidi Totali: 0,2
  • Sodio: 133
  • Potassio: 376
  • Ferro: 1
  • Calcio: 86
  • Fosforo: 67
  • Magnesio: 45
  • Zinco: 0,95
  • Rame: 0,24
  • Tiamina: 0,06
  • Riboflavina: 0,1
  • Niacina: 0,5
  • Vitamina A Retinolo Eq: 18
  • Vitamina C: 12

Fonte valori nutrizionali: Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Perché mangiare i carciofi

I carciofi sono ricchi di flavonoidi, fibre, sali minerali, ferro e di betacarotene: sostanze nutritive fondamentali per la salute dell’uomo. I carciofi hanno proprietà antiossidanti, depurative e coadiuvanti della funzione epatobiliare. Il carciofo contiene inoltre fibre vegetali ed è un agente attivo nella lotta al colesterolo LDL.

Come scegliere i carciofi

Ecco come scegliere il carciofo da portare in tavola

COLORE

Il colore delle foglie esterne deve essere intenso mentre quello delle foglie interne chiaro.

CUORE DEL CARCIOFO  E GAMBO

Il cuore del carciofo deve avere pochissimi filamenti e il gambo deve apparire tenero.

LA PUNTA

La punta del carciofo deve essere chiusa.

STAGIONALITÀ

Il carciofo si può acquistare nel periodo compreso tra febbraio e maggio.

Sei un rivenditore o hai un punto vendita?

Scopri Più Fresco e acquista la migliore selezione di frutta e verdura con un semplice click!
Con T18 risparmi tempo e porti ogni giorno nel tuo punto vendita la migliore frutta e verdura.

Close menu