Agro T18 Italia S.r.l. c/o C.A.A.T. Strada del Portone, 30 - 10095 Grugliasco (TO)

oldimage2

Una Storia torinese

Una storia, quella del gruppo T18, che inizia alla fine dell’800. Proprio allora e proprio all’ombra della Mole Antonelliana comincia la sua attività commerciale nel settore ortofrutticolo Ludovico Caresio, che aprì in via Santa Teresa, nel cuore della città, uno dei più prestigiosi negozi di primizie. Terminare i banchetti con la frutta, leggera e fresca prelibatezza, era un’abitudine delle nobili famiglie torinesi, tanto che il negozio vantava tra i suoi clienti anche la Duchessa Jolanda di Savoia. Presto la famiglia Caresio, affiancandola alla già fiorente attività del negozio, iniziò a gestire un’area all’ingrosso a Porta Palazzo e, a partire dal 1935, anche la Ditta Mario Caresio si trasferì all’interno del nuovo mercato all’ingrosso di via Giordano Bruno.
Era il 1937 quando presso la Ditta Caresio entrò Quinto Ramondo che, sposatosi con Clelia Caresio, creò la Ditta Ramondo, area all’ingrosso in Via Giordano Bruno e tra le prime aziende all’ingrosso italiane di grande distribuzione ortofrutticola. Dopo gli anni bui della Seconda Guerra Mondiale, la Ditta Ramondo non solo riprese a pieno la sua attività, ma anzi, a partire da questa generazione, i settori si ampliarono: il figlio di Quinto, Giovanni Ramondo, nel 1960 divenne anche Presidente della APGO (Associazione Provinciale Grossisti Ortofrutticoli). Nel 1972 nasce il marchio T18, con i classici colori rosso e blu, e la Ditta Ramondo acquisisce le ditte Massimello, Perino, Borlè, Porcella, Pizzo, Margotta. Oggi, grazie alla continua crescita nei settori della produzione, lavorazione e distribuzione diversificata, T18 non solo produce e distribuisce, ma garantisce e certifica il prodotto ortofrutticolo di filiera. Il figlio di Giovanni Edoardo con Silvia sono la quarta generazione della storia del gruppo T18.

 

Nasce a Torino Ludovico Caresio.

1890

LUDOVICO CARESIO e MAGDA MAIRANO
Foto di famiglia 1890

In via Santa Teresa, nel cuore di Torino, gestiscono uno dei più prestigiosi negozi di primizie di cui si serviranno clienti come la Duchessa Jolanda e la nobiltà torinese del tempo.

1910
LUDOVICO CARESIO. Via Santa Teresa, angolo Piazza San Carlo. 1910

Inoltre gestivano un’area all’ingrosso a Porta Palazzo (una delle prime sedi di ingrosso, oggi dedicata alla vendita al dettaglio).
Nascono due figli: Mario e Clelia Caresio.

1934

Ludovico, Mario e Clelia Caresio.
Porta palazzo. 1934.
Per concessione della Famiglia Massimello.
Nasce la ditta “Mario Caresio” all’interno del nuovo mercato all’ingrosso di via Giordano Bruno.
1935

CLELIA CARESIO e QUINTO RAMONDO
Mercato Ortofrutticolo, Torino. 1935.
Per concessione della Famiglia Massimello
1936
Quinto Ramondo lavora presso la ditta Garrero per distribuire i prodotti Noberasco.

1937
Conosce Clelia Caresio e va a lavorare alla ditta Caresio.

1938
Quinto Ramondo va a lavorare a New York per la ditta Cavargna per importare castagne dall’Italia.

1939
Quando torna in Italia gli viene assegnata un’area all’ingrosso in via Giordano Bruno e fonda la ditta “Ramondo”.

1940
Durante la seconda Guerra Mondiale, al primo bombardamento viene colpita la tettoia della “Ditta Ramondo”.

1956
Con la ricostruzione del mercato avviene l’assegnazione delle aree tramite asta così viene riattivata la “Ditta Ramondo”.

anni30

Quinto Ramondo.
Gli anni ’30.
Entra a lavorare nella ditta il figlio Gianni Ramondo.
anni60

Gianni Ramondo.
1960
Viene costituita l’APGO (Associazione Provincia Grossisti Ortofrutticoli) di cui Mario Caresio è Presidente.
Il 1° Convegno Regionale Agroalimentare. Teatro Carignano.

1965
Gianni sviluppa le produzioni di pomodoro fino alla Sicilia, allargando la gamma a tutte le varietà tipiche del territorio.

1969
La Ramondo viene gestita direttamente da Giovanni e la moglie Laura Asteggiano.

anni60

APGO.
Nasce il marchio T18. t18_logo_1972
Giovanni acquisisce la ditta Massimello e la chiama FV – Effevi S.r.l. (frutta e verdura di giornata), inoltre acquisisce la ditta Perino, la ditta Borlè (dell’ingrosso di Milano) diventa poi Ortomilano.
1969

LAURA ASTEGGIANO e GIANNI RAMONDO.
T18. Mercati generali, via Giordano Bruno, Torino.
1978
La ditta Ramondo incorpora la ditta Ferro.

1982
Restyling del marchio T18. t18_logo_1982

1987
Viene costituita una società di logistica denominata 3×3 S.r.l.

1992
Giovanni crea il primo centro di maturazione per le banane.
Nasce Agro T18

1994
Entrano nel gruppo Edoardo Ramondo e Silvia Grabbi.

2002
Trasferimento del CAAT – mercato ortofrutticolo di Torino – dalla storica sede di via Giordano Bruno al moderno centro di Grugliasco.

2003
FV riceve la certificazione Bio.

2006 
Restyling marchio T18.

2007
Agro T18 riceve la certificazione Bio.

2013
FV riceve certificazione Fair Trade

 

Back to Top